Riversibility , installati i primi due container al Ponte Petrino e al Cantiere

NewTuscia  – Toscana  – PRATO
L’assessore Valerio Barberis si esprime così : “Proseguono i lavori di Riversibility che hanno lo scopo di offrire un parco fluviale sempre più attrattivo per i cittadini di tutte le età e stimolare le attività all’aperto”

Sono stati installati martedì 21 settembre due container, uno rosso posizionato nella piazzola di Petrino al ponte Petrino e uno verde nella piazzola di Cantiere che collega via Ferrara con il ponte Datini, nell’ambito del progetto Riversibility, studiato dal Comune, che ha l’obiettivo di realizzare un parco fluviale attraverso la riqualificazione di aree verdi con nuove strutture di servizio accessibili, reversibili e removibili, in modo da creare luoghi di aggregazione, spazi attrattivi e accrescere quindi la percezione di sicurezza e stimolare gli stili di vita sani all’aperto.

“Proseguono i lavori di Riversibility che hanno lo scopo di offrire un parco fluviale sempre più attrattivo per i cittadini di tutte le età e stimolare le attività all’aperto” ha detto l’assessore all’Urbanistica Valerio Barberis.

Il container posizionato nella piazzola di Petrino sarà usato come cucina per lo street food e a ottobre sarà completato da un altro container per bar e street food, invece il container posizionato nella piazzola di Cantiere sarà usato come deposito e ripostiglio. Per quanto riguarda il Serraglio il container doppio, di colore blu che sarà posizionato ad ottobre, verrà usato come caffè e bistrot.

I lavori alle aree che ospitano i container, piazzola di Amendola, Cantiere e Petrino, sono già terminati e gli spazi sono aperti al pubblico.

Quasi ultimati anche i lavori all’area giochi e attrezzi ginnici di via Firenze, compresa la gomma colata antitrauma, ed è in corso l’installazione di lampioni e fontanello. Sono già state installate da Consiag le panchine e i porta biciclette.

A fine ottobre sarà installato un nuovo scivolo in sostituzione ad uno danneggiato in corso d’opera.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *