Dante, padre della lingua italiana in Lazzerini

 

Annalisa Nesi dell’Accademia della Crusca parlerà del dialetto toscano

Continuano le iniziative organizzate dalla biblioteca Lazzerini dedicate a Dante in occasione dei 700 anni dalla morte.

Mercoledì 10 novembre alle 21 si terrà in sala conferenze (con ingresso da via Santa Chiara) il  terzo e ultimo appuntamento del ciclo Dante padre della lingua italiana. Le sue parole dal passato al presente, proiettate verso il futuro , tre incontri condotti e coordinati da Elisangelica Ceccarelli, giornalista, laureata in Filologia dantesca, che vedono protagonisti critici, studiosi ed esperti della lingua italiana e con i quali si parlerà della lingua italiana, di cui Dante Alighieri è stato con la Commedia il capostipite, analizzandola da varie prospettive. L’italiano nasce in Toscana ed è parlato quindi nel medioevo da un gruppo ristretto di persone, ma  Dante riuscì a farlo conoscere ed apprezzare, anche grazie al successo e alla diffusione della sua opera più celebre.

In questo ultimo incontro si parlerà  de La Toscana e il dialetto con Annalisa Nesi, Accademica segretaria della Crusca, già docente di Storia della lingua italiana all’Università di Siena.

Nell’incontro si illustrerà la speciale configurazione linguistica della nostra regione fra dialetto e lingua. Nel disegnare la frammentazione dialettale interna alla Toscana, sarà dedicata particolare attenzione all’area pratese.

Ingresso gratuito esibendo il green pass.

 

Info: tel. 0574 1837800-7828

lazzerini@comune.prato.it

Tutto il programma di Un Autunno da sfogliare su: www.sistemabibliotecario.prato.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *