Conte ci mette la faccia: “Colpa mia per gli errori nella sanità calabrese”. In chiusura l’accordo con Emergency

NewTuscia Toscana: “La colpa è soprattutto mia. Io, come Presidente del Consiglio, gestisco tutti questi dossier. Sono dispiaciuto di non aver trovato una soluzione che accontentasse tutti”. Non si tira indietro e non si nasconde Giuseppe Conte. Non solo, fa mea culpa per quanto riguarda il pasticciaccio brutto del commissario alla sanità calabrese: due profili individuati dal Governo e due dimissioni del giro di una settimana.

“Capisco – ha spiegato il Presidente del Consiglio – il disagio e le difficoltà dei cittadini calabresi. Sono molto soddisfatto della possibilità di lavorare con Emergency, la cui professionalità è conclamata e che potrà sicuramente essere un valore aggiunto per tutta la Calabria”. Ancora manca il nome di chi svolgerà l’incarico di commissario, ma appare chiaro che vi sarà una cooperazione proprio con Gino Strada.

Tornando sulle nomine tanto discusse nei giorni precedenti, Conte, pur prendendosi le proprie colpe e responsabilità, ci ha tenuto a far presente che “le decisioni erano indubbiamente condivise con tutti i membri del Governo. Nessuno, qui, prende decisioni da solo. Certo, la colpa, quando accadono cose come questa, è primariamente del Presidente del Consiglio, visto che il Presidente del Consiglio è responsabile di tutto ciò che accade all’interno dell’Esecutivo. Ma ripeto: nessuno qui agisce da solo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *